10 modi per sconfiggere la paura del tumore al seno

Quando mi fu diagnosticato il bastardo e venni operata, quando ebbi il risultato dell’istologico, quando ho fatto la radio e la cura ormonale, quando ho dovuto affrontare i diversi esami e visite, ho avuto tanta paura del tumore al seno.

Ero convinta di non trovare la giusta forza e i pensieri utili per affrontare e convivere con il cancro e riprendermi la mia vita.

Come trascorrevo le mie giornate

Ricordo che in quel periodo trascorrevo le mie giornate tra la sedia, il divano ed il letto.

Temevo ogni volta che sentivo squillare il mio cellulare, perché avevo paura di rispondere e di sentire dall’altra parte una voce dirmi: “Signora, il suo esame istologico è pronto, lo venga a ritirare”.

Il giorno del ritiro dell’esame istologico

Quel giorno tanto atteso arrivò. La telefonata giunse in una giornata di pioggia. Alla data indicatami, mi recai all’Istituto Nazionale Tumori Pascale  per ritirare la diagnosi.

Chiesi del dottore che aveva refertato l’istologico. Mi fu detto che non era ancora arrivato in ospedale.

Un corridoio cupo e freddo

Mi sedetti nel corridoio ed aspettai tutta la mattinata. La sua assenza mi faceva quasi sentire bene, senza di lui non avrei avuto quella busta chiusa da portare alla visita oncologica.

Trascorsi tutta la mattina seduta su quella panchina, in un corridoio freddo di quell’ospedale da me sempre odiato.

Sapevo di non poter andare via senza aver ritirato il referto. Chiesi per l’ennesima volta notizie di quel dottore e alla fine, dicendo perché lo aspettavo, mi fu consegnata la fatidica busta.

Di lì a poco avrei scoperto quale sarebbe stata la mia sorte, di che natura era il bastardo, le cure e le terapie che avrei dovuto fare.

La paura e le sue varie forme

All’improvviso nella mia mente apparirono una serie di pensieri ed immagini negative. La paura prendeva varie forme, aveva varie sfaccettature.

Che strane sensazioni, che strane emozioni, che strani pensieri mi assalivano.

Che strano sentire la paura così forte invadere la mia mente, spostarsi al cuore ed estendersi in tutto il corpo.

Paura! Paura! Paura!
Ma paura di che cosa?

Le diverse paure che mi assalivano

Paura del tumore al seno

Paura della diagnosi

Paura del dolore

Paura delle cure a cui mi sarei dovuta sottoporre e della loro efficacia

Paura delle terapie

Paura degli effetti collaterali delle terapie

Paura di essere abbandonata dalle persone a me più care

Paura di non essere compresa

Paura di non trovare più un lavoro

Paura di non aver un futuro, di non vivere il presente e di cancellare un passato anche se felice

Paura di morire

Paura di avere paura

L’abitudine di aver paura

Avevo sviluppato l’abitudine di avere paura anche quando non ce n’era alcun bisogno.

Dovevo imparare a sviluppare l’abitudine di sentirmi bene e a pormi le giuste domande.

Il potere del Coaching e della PNL: 10 modi per sconfiggere la paura del tumore al seno

Grazie alle tecniche del Coaching e della PNL, ho imparato come controllare e sconfiggere la paura nelle sue varie forme.

Voglio condividere con te 10 modi per sconfiggere la paura del tumore al seno.

  1.  Annienta la paura trasformandola in amore

Il modo più sicuro per eliminare la paura del tumore al seno è quello di trasformarla.

Trasforma la tua paura in amore. L’amore è l’opposto della paura e ne è il più potente rimedio.

Paura ed amore sono due energie inversamente proporzionali. Quando aumenta l’una diminuisce l’altra.

La paura non ti permette di amare a sufficienza te stessa, gli altri e la vita.

Chi ama non ha paura.

La paura del tumore al seno talvolta prende il sopravvento e non lascia spazio all’amore verso te stessa.

Ti lasci andare e accetti passivamente ciò che ti sta accadendo. Non vivi ma ti lasci vivere dalla malattia.

Per superare la paura del tumore al seno, sforzati di amare e di rispettare soprattutto te stessa.

Vedrai come i tuoi timori svaniranno, perché ti concentrerai sulla tua guarigione e non ti sentirai vittima di un male che si è impossessato di te.

Supera la paura del tumore al seno con l’amore.

  1.  Esterna e gestisci le emozioni

Quando vieni a conoscenza di avere un cancro, fai di tutto per non apparire debole.

Hai paura di esternare le tue emozioni.

Esternare le emozioni e le proprie debolezze non è sinonimo di fragilità.

Esprimere ciò che provi, ciò che senti, ciò che la tua mente vede, non fa altro che rafforzarti.

Il condividere la tua esperienza con gli altri ti rende più forte contro il bastardo. Insieme si vince.

Se hai difficoltà ad esprimere le tue emozioni, prendi un diario e annotale. Prendi dei colori e disegnale.

Se non vuoi condividerle con gli altri, almeno condividile con te stessa. Dalle un nome, un’immagine, un colore.

  1.  Impara a formulare pensieri positivi

Formulare pensieri positivi ti è utile nel gestire la paura del tumore al seno.

Se continui a pensare negativo, a formulare nella tua mente frasi negative, se il tuo dialogo interiore continuerà a dirti che sei ammalata, farai talmente tua questa convinzione che ti percepirai davvero ammalata.

Trasforma il tuo dialogo interiore con frasi positive. Dici a te stessa che sei guarita e, che hai vinto.

  1.  Dedica del tempo a te stessa e al tuo benessere fisico e spirituale

Non lasciarti andare, non trascurare il tuo corpo. Cura la tua bellezza e dedica del tempo al tuo benessere fisico.

Dedica qualche giorno alla settimana all’attività fisica, al movimento non solo fisico ma anche mentale.

Impara a meditare per ritrovare la tua dimensione spirituale.

Il sentirti affascinante, attraente e l’avere una pace interiore ti sostiene nella lotta contro la paura.

  1.  Progetta il tuo futuro, coltiva e realizza i tuoi sogni

La diagnosi del tumore al seno fa fermare il tuo tempo.

Ti fa vivere in una situazione di stallo in cui non riesci a vivere il qui ed ora, non vedi nessun futuro davanti a te e non è mai esistito un passato.

Non permettere che ciò accada! Vivi il presente! Anche se doloroso fa parte della tua vita, che va apprezzata e vissuta per quello che ti sta offrendo.

Progetta il tuo futuro, coltiva i tuoi sogni e rafforza in te la convinzione che un giorno si realizzeranno.

Accedi al tuo passato, fai tesoro delle esperienze positive che hai avuto e modellale per quelle nuove.

Delinea i tuoi obiettivi, definiscili e fai di tutto per raggiungerli.

La paura del tumore al seno va sconfitta anche in questo modo, prendendo coscienza del tuo tempo e dandogli valore.

  1.  Modifica la tua alimentazione

Inevitabilmente dopo la diagnosi del tumore al seno devi cambiare il tuo regime alimentare.

Tumore e alimentazione sono fortemente legati tra loro. All’inizio rifiuterai di farlo, rifiuterai di privarti di quelle cose che ti piacciono molto e non vorrai sottrarti ad uno dei piaceri della vita.

E’ fondamentale che tu raggiunga un compromesso tra te e il cibo. Se non ci riuscirai da sola, non darti per vinta.

Chiedi il supporto di uno specialista che ti aiuterà a seguire una corretta alimentazione e a soddisfare il tuo palato.

Il tumore al seno si combatte anche a tavola!

  1.  Espandi la tua rete sociale

Non chiuderti in te stessa, non pensare che gli altri non ti comprendano e che sei un peso per loro.

Stare con gli altri e condividere la tua malattia, ti aiuta a sentirti più forte e a convivere e vincere il cancro.

  1.  Identifica le motivazioni che hai per vivere

Il cancro non deve offuscare le tue vere motivazioni, la tua famiglia, il tuo compagno, tuo marito, i tuoi figli, il tuo lavoro, i tuoi sogni ancora da realizzare, i tuoi progetti, la tua carriera lavorativa, i tuoi viaggi ed i tuoi obiettivi da raggiungere.

Identifica quello che ha maggior valore per te e fai di questa motivazione la ragione della tua guarigione.

C’è una forte correlazione tra motivazioni e voglia di vivere.

  1.  Identificati con la salute come tuo stato naturale, vediti già sana, sentiti già guarita e la paura svanirà da se

Quando ti viene diagnosticato il cancro, non vivere da malata. Non sentirti malata, non percepire le sensazioni tipiche della malattia. Allontanale da te e immaginati già guarita.

Solo se ti identifichi con la malattia e ti percepisci come un ammalato invece che come una persona sana, alimenti la paura.

Combatti la paura del tumore al seno considerandoti una persona sana.

  1.  Cambia le sensazioni negative

Voglio condividere con te un esercizio che svolgo ogni qualvolta voglio allontanare da me una sensazione negativa. Il risultato di un esame diagnostico, l’esito di una visita importante.

Pensa a qualcuno che ti dà fastidio, ti intimorisce.

Nel nostro caso visualizza l’immagine mentale del medico che ti guarda esattamente come fa quando ti deve dire l’esito di una visita.

Ascolta la sua voce mentre ti dice le cose che non vorresti sentire e nota le sensazioni negative che provi nel tuo corpo.

Pensa questa immagine e privala dei colori, fino a farla diventare un’immagine in bianco e nero.

Allontanala da te e rimpiccioliscila. Metti un naso da clown sul viso del medico.

Ascoltala mentre, anche pronunciando le stesse parole di prima, ti parla con la voce di Topolino o Paperino.

Nota come ti senti diverso. Pensa ad altro per alcuni minuti e poi ripensa il medico in quella situazione.

Quando mi assale la paura metto in atto uno di questi modi per combatterla.

Tu in che modo combatti la paura? Se ti va di condividerlo con me, contattami pure. Ci sono passata anch’io e sarò felice di ascoltarti.

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *